REGOLAMENTO PER  L’ELEZIONE ED IL FUNZIONAMENTO
DEL COMITATO OSPITI E/O LORO FAMIGLIARI

Art. 1. COSTITUZIONE

All’interno dell’I.S.A.C.C. (Istituto Servizi Assistenziali Cima Colbacchini, in seguito chiamato Ente) viene costituito un Comitato di rappresentanza degli Ospiti e/o dei familiari.
La costituzione ed il funzionamento del Comitato sono definiti dal presente regolamento.

Art. 2. FINALITÀ E SCOPI

Le finalità del Comitato di Rappresentanza degli Ospiti tenendo presenti i principi stabiliti nello Statuto dell’Ente e nel ricordo della Carità Cristiana dei fondatori, debbono sempre essere ispirate da sentimenti umanitari volti alla tutela dell’integrità degli Ospiti, essendo matrice costitutiva dell’Ente, la difesa della promozione dell’integrità della persona specialmente nelle situazioni di bisogno e di non autosufficienza. Per tali finalità l’Ente sostiene le iniziative del Comitato coerenti alla propria ispirazione e nell’ambito di attività relative alla programmazione, al controllo e alla valutazione dei servizi socio-sanitari offerti. I rapporti tra Ente e Comitato saranno ispirati ai principi di eguaglianza, imparzialità, continuità, nonché alla partecipazione, cooperazione e collaborazione, in osservanza della trasparenza, tempestività e puntualità nelle informazioni.

In particolare il Comitato avrà i seguenti compiti:

Realizzare la partecipazione e la collaborazione degli Ospiti e delle loro famiglie all’attività dell’Ente.

Assicurare agli Ospiti ed alle loro famiglie la completa e tempestiva diffusione delle informazioni ricevute dall’Ente o quelle di interesse generale sulla vita all’interno di esso o in materia di politiche cittadine, regionali, o nazionali in favore degli anziani.

Collaborare con l’Ente per migliorare la qualità dell’erogazione dei servizi, fornendo suggerimenti e proposte e segnalando costruttivamente eventuali problemi o disfunzioni.

Promuovere iniziative integrative finalizzate ad elevare la qualità della vita degli Ospiti, favorendo ad esempio il volontariato, sviluppando all’esterno ogni iniziativa, ricreativa, sociale e culturale per gli anziani auto e non autosufficienti.

Collaborare con la Direzione, con gli Ospiti e con il personale al fine di rafforzare rapporti di solidarietà, di amicizia e di reciproca comprensione.

Partecipare alla fase di concertazione prevista dalle normative vigenti per l’applicazione degli standard regionali, delle attività ricreative, del bilancio e delle rette prima della loro delibera.

Art. 3. COMPOSIZIONE

Il Comitato è composto da 5 membri , le cariche sono gratuite.
I membri del Comitato eleggono, al loro interno, il Presedente, il Vice Presidente, il Segretario.
In considerazione della dislocazione territoriale delle tre sedi che compongono l’Ente (Residenza Villa Serena, Residenza Pazzaglia, Residenza Sturm), i componenti del Comitato saranno così suddivisi:

Residenza Villa Serena 3 componenti

Residenza Pazzaglia 1 componente

Residenza Sturm 1 componente

Pur essendo l’Ente dislocato in due sedi territoriali (Villa Serena e residenza Pazzaglia/ Sturm), il comitato rappresenta unitariamente tutti gli Ospiti e la lista dei candidati sarà unica. Tuttavia, al fine di garantire una equa distribuzione della rappresentanza del comitato tra le due sedi, ove vi sia disponibilità all’interno della lista degli eletti, indipendentemente dalla posizione in graduatoria, per la composizione del comitato saranno scelti i primi 3 candidati eletti con maggior voti a Villa Serena e i primi 2 candidati eletti con maggior voti a Pazzaglia/Sturm.

Le richieste devono pervenire entro 10 giorni dalla data di detto avviso e, successivamente, l’Amministrazione fisserà il giorno delle elezioni.
Possono essere eletti sia gli Ospiti che i loro familiari: non possono essere inseriti in lista Ospiti o familiari morosi.
Il voto dell’Ospite o del suo familiare sono alternativi; per ciascun Ospite potrà quindi essere espresso un solo voto.
Il familiare contraente, cioè colui che si è obbligato al pagamento all’atto dell’accoglimento, ha la precedenza su altri familiari nella partecipazione alla formazione della lista dei candidati al Comitato ed al voto.
L’accertamento di conformità con la conferma della nomina spetta al Consiglio elettorale composto da tre persone.

Art. 4. RAPPRESENTATIVITÀ

Ai sensi dell’art. 3 del Regolamento Regionale 10 Maggio 2001, si ritiene rappresentativo il Comitato votato da almeno il 35% degli aventi diritto.

Art. 5. DIMISSIONI – DECADENZA – SCIOGLIMENTO

La qualità di componente decade per dimissione volontaria dalla carica, per dimissione dell’Ospite dall’Istituto, per assenza ingiustificata a tre convocazioni consecutive del comitato o per decesso dell’Ospite, salvo che il familiare dell’Ospite deceduto chieda volontariamente di mantenere la rappresentanza per il periodo massimo di un anno. La richiesta viene accettata dal Consiglio di Amministrazione se accompagnata da documento formale relativo al consenso dei componenti del comitato e dei candidati eletti che compongono la graduatoria in essere.
Per le relative sostituzioni si utilizza la lista degli eletti, fino ad esaurimento rispettando, ove sia possibile, il criterio esplicitato all’art. 3.
Il comitato viene sciolto alla scadenza della carica e anche quando si esaurisca la disponibilità di graduatoria, per integrare il numero minimo di 5 rappresentanti.

Art. 6. COMPITI DEL PRESIDENTE DEL COMITATO

Il Presidente del Comitato o il Vicepresidente o il Segretario a ciò delegati sono gli unici ad avviare i contatti con l’Ente e gli altri organi istituzionali, con i seguenti compiti:

a) Mantenere i rapporti con l’Ente relativamente alle problematiche dell’organizzazione.

b) Farsi portavoce, presso l’Ente delle problematiche relative agli Ospiti ed ai familiari.

c) Intrattenere rapporti con l’ULSS di Bassano del Grappa, nonché con il Presidente della Conferenza dei Sindaci, sempre tramite il Presidente dell’Ente.

d) Convocare l’Assemblea dei familiari per la discussione ed informazione delle problematiche interessanti agli Ospiti ed ai loro familiari.

e) Convocare l’Assemblea, previo avviso per iscritto al Consiglio di Amministrazione, per procedere all’elezione del nuovo Comitato.

Art. 7. DURATA DEL COMITATO

Il Comitato resta in carica tre anni salvo il verificarsi della mancanza della rappresentatività minima dei componenti (cinque).
In caso di scioglimento anticipato del comitato si dovrà procedere a nuova elezione entro tre mesi, nel frattempo rimarrà in carica il comitato precedente, anche se numericamente non rappresentativo.

Art. 8. FUNZIONAMENTO DEL COMITATO

Il Comitato nella prima riunione decide discrezionalmente le proprie modalità operative nonché i termini per la prima convocazione. Le riunioni si svolgeranno nella sede assegnata dall’Ente.
Alle riunioni del Comitato potranno partecipare esponenti dell’Ente o loro delegati solo se invitati dal Comitato, ed a questi ultimi il presidente dovrà comunicare con congruo anticipo la data e l’ordine del giorno della riunione del Comitato.
Le modalità operative del Comitato non poteranno essere in contrasto con il Regolamento interno dell’Ente ed i suoi fini istituzionali.
Alle riunioni del Comitato non possono partecipare soggetti diversi, se non preventivamente autorizzati dal Comitato stesso.
Tutti i membri del Comitato sono vincolati al segreto d’ufficio con divieto di divulgazione a terzi di fatti dati personali propri, degli Ospiti, dei familiari, del personale dell’Ente.
È obbligatoria la compilazione del verbale di ogni seduta.

Art. 9. INCOMPATIBILITÀ CON GLI INCARICHI

Sono incompatibili con la nomina a componente del Comitato tutti gli amministratori pubblici, i membri di consessi elettivi ed i dipendenti dell’Ente.

Art. 10. VALIDITÀ E MODIFICHE DEL REGOLAMENTO

Il presente regolamento approvato dal Consiglio di Amministrazione dell’Ente, annulla e sostituisce ogni precedente regolamento in materia in vigore.
Il regolamento può subire modifiche e/o variazioni nel corso del tempo sentito il parere anche del Comitato stesso.
Ogni modifica e/o variazione verrà comunicata agli Ospiti e ai loro familiari a mezzo di affissione di circolare nelle apposite bacheche site nei locali dell’Ente stesso.

Art. 11. NOTIFICA ALLA ULSS

L’elenco dei componenti il Comitato sarà notificato dall’Ente all’ULSS n. 3 di Bassano del Grappa, in conformità a quanto previsto dall’articolo 3 del regolamento approvato con deliberazione regionale n. 850 del 6/4/2001.

Art. 12. NORMA FINALE

Le elezioni del Comitato sono promosse dall’Ente che provvederà a far eleggere dagli Ospiti e dai familiari i loro rappresentanti che abbiano dato la propria disponibilità. Inoltre convocherà la prima riunione del Comitato eletto e fino ad allora resterà in vigore il Comitato in carica.