Istituto  Servizi Assistenziali

Cima Colbacchini

COMUNICATO STAMPA 24 novembre 2020

“Andreste nella sua stanza a cantargli tanti auguri?”

Gli screening di sorveglianza effettuati finora, registrano che 29 residenti e 25 operatori si sono negativizzati. Tutto ciò rappresenta

un elemento che incide positivamente sull’umore sia dei residenti che del personale.

Al momento abbiamo 34 persone positive allo Sturm e 20 persone a Villa Serena, tra il personale sono 23 i positivi.

In questi giorni lo screening continuerà per monitorare gli ospiti positivi e per stabilire la conclusione dell’isolamento per chi non presenta più sintomi.

All’interno tutti i professionisti sono all’opera per creare “ponti” di relazione tra residenti e famigliari. Quanta emozione per tutti noi quando la figlia di un residente, in prossimità del compleanno del suo papà chiede: “andreste nella sua stanza a cantargli tanti auguri?” Ci sono i gesti della cura del corpo, quelli che sostengono il dialogo e le emozioni e poi ci sono questi “fuori onda” che raccontano come ogni singolo professionista diventi mani e voce di ogni famiglia.  

Insieme con il servizio educativo si stanno realizzando attività per compensare lo stato d’isolamento fisico. Siamo all’opera per costruire il Natale 2020: l’obiettivo più sentito è quello di riuscire a realizzare iniziative per i residenti, le famiglie ed i dipendenti, che diano valore a questo momento dell’anno. Nei prossimi comunicati vi racconteremo le iniziative che, aldilà delle distanze, vorremo realizzare.

Da questa settimana è stato attivato il progetto per far arrivare ai residenti oggetti che possano rappresentare delle “coccole” di vicinanza. Abbiamo iniziato a consegnare i “preziosi” oggetti con grande gioia dei residenti e delle loro famiglie.

Rispetto alle famiglie continua l’invio bisettimanale della mail che racconta la vita all’interno della residenza ed i nuovi progetti. È bello leggere le tante mail di risposta che arrivano e siamo felici di aver scelto di comunicare non solo i fatti, ma anche le emozioni che corrono dentro e fuori tra operatori e residenti.

Continua settimanalmente la comunicazione verso tutti i lavoratori che prestano attività professionale in ISACC per raccontare loro scelte ed idee, per tenere un canale aperto di sostegno e miglioramento. Condividiamo con loro l’affetto e la forza che i familiari ci trasmettono affinché il loro impegno e la loro dedizione possano essere emotivamente ricompensati.

 

Ufficio Relazioni con il Pubblico